Scaldacollo a uncinetto Video Tutorial

 

In inglese si chiamano infinity scarf…io li chiamo scaldacollo.

Come si chiamano si chiamano, io li adoro e da quando ho iniziato

a farle e indossarle non prendo più in considerazione le sciarpe.

 

Questa e facilissima e veloce da fare.

 

L’autrice, Melanie, dice che si fa in una/due ore…ma dipende dalla vostra velocità

e da quanto grosso è il filato.

 

Si tratta semplicemente di:

 

– fare un catenella lunga 180 cm

– chiuderla a cerchio con un punto bassissimo

– non fare catenelle iniziali per il primo giro ma partire subito lavorando

una mezza maglia alta in ogni catenella.

– proseguire la lavorazione in tondo fino ad ottenere la larghezza desiderata.

 

Ecco qui il Video Tutorial di Melanie:

 

 

 

6 Comments on Infinity Scarf a uncinetto – Video Tutorial

  1. grazie per il video del beretto spiegazione super unico problema no n so come fare a memorizzaro e’ possibile avere spiegazioni grazie cordialita’

  2. Ciao! Complimenti per il blog!
    Volevo chiederti con che lana e che uncinetto consideri di fare questo scaldacollo?
    Dal video sembra una lana da lavorare con uncinetto 6, però Melanie utilizza un uncinetto molto più grande.
    Inoltre quanti gomitoli di lana pensi servano?
    Grazie e scusa per le domande forse banali ma sono alle prime armi :)!

  3. Ciao Silvia, io la farei con una lana da lavorare con uncinetto n.6 e come fa Melanie userei un uncinetto molto più grosso. Quale? Occorre provare 🙂
    Quanti gomitoli? Dipende dalla lana che scegli, dall’uncinetto che usi e da quanto hai la mano fitta.
    Non sono affatto domande banali, infatti non ti ho saputo rispondere ahahhahha.
    Scusami tu e buonissimo pomeriggio.
    Ste

  4. Ciao,ho guardato il video,il punto basso all’ultimo giro non ho capito bene quando iniziarlo,sono un po’ imbranata lo so,ma sono alle prime armi 😄
    Potresti spiegarmelo?grazie ☺

  5. Ciao Tiziana,
    per sapere quando devi concludere con i mezzi punti alti basta che guardi il filo di inizio che pende.
    Quando facendo l’ultimo giro di mezzi punti alti arrivi in corrispondenza della chiusura del primo giro devi iniziare con i punti bassi.
    L’autrice lo mostra esattamente al minuto 4.45.
    Sono riuscita a spiegartelo?
    Intanto buon lavoro.
    Stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.