cardigan top down tutorial

Come fare un cardigan top down a maglia con ferri circolari.

Dopo il tutorial per fare un maglione con la tecnica top down per qualsiasi taglia oggi le spiegazioni per fare un cardigan.

E’ un cardigan senza bottoni, da tenere aperto sul davanti ma tu, se vuoi, puoi aggiungerli.

Taglie e tipo di filato.

Lo schema è per una taglia S-M (ma è facilissimo farlo anche per taglie formose, sotto ti dico come fare) se lavorato con un filato da lavorare con ferri 3 e mezzo – 4.
Io ho usato una lana 100% merinos a marchio Premier.

Cardigan top down – Punti impiegati

Per fare questo cardigan basta saper fare i seguenti punti:

  1. punto coste 2/2
  2. maglia rasata
  3. aumenti decorativi per scalfi (Tutorial aumenti per scalfi raglan)
  4. aumenti davanti cardigan (Tutorial aumenti davanti)

Avvio cardigan top down

Essendo un lavoro fatto con la tecnica top down si inizia a lavorare il cardigan partendo dalla parte alta, il collo.

Ho avviato 48 maglie in tutto (2 per il davanti sinistro, 4 per la manica sinistra, 36 per il dietro, 4 per la manica destra e 2 per il davanti destro).

Lo scollo misura circa 29 cm (senza la parte di elastico che viene fatta dopo).

Puoi partire in questo modo per qualsiasi taglia, il cardigan è molto scollato quindi lo scollo va bene anche per le taglie comode.

Inizio lavoro e marcapunti

avvio cardigan top down

FERRO 1:
Dopo aver avviato le maglie si lavora un ferro a dritto inserendo dei marcapunti per separare le maglie di davanti sinistro, manica sinistra, dietro, manica destra e davanti destro. Quindi va inserito un marcapunti tra i seguenti gruppi di maglie 2 – 4 – 36 – 4 – 2.

FERRO 2 e tutti i ferri pari:
Lavorare a rovescio.

FERRI 3 e 5:
Lavorare tutto a dritto facendo un aumento decorativo raglan prima e dopo ogni marcapunti.

FERRO 7: Lavorare tutto a dritto facendo un aumento decorativo raglan prima e dopo ogni marcapunti e 1 aumento su ogni davanti.

Ripeti i ferri 3-4-5-6 e 7 fino raggiungere l’altezza delle ascelle.

cardigan top down scalfi


Per una taglia S-M devi lavorare fino a quando la linea diagonale degli aumenti misura circa 24 cm (di pù se lo vuoi più comodo o se devi fare una taglia più grande).

Per sicurezza ti suggerisco di fare una prova di indosso.

Per farla devi togliere il lavoro dal ferro.
Prendi un filato di colore contrastante e con un ago raccogli tutte le maglie del davanti + quelle del dietro + quelle dell’altro davanti. A parte, con altri pezzi di filo raccogli le maglie della manica sinistra e della manica destra.

Dopo aver spostato tutte le maglie su dei fili, indossa il cardigan per vedere come ti calza. Controlla gli scalfi per vedere se hai raggiunto la lunghezza che ti occorre.

A questo punto, se la lunghezza non è sufficiente rimetti le maglie sul ferro e aggiungi qualche ferro sempre ripetendo i ferri dal 3 al 7.
Se il capo cade bene invece puoi passare alla fase successiva.

Per passare alla fase successiva rimetti sul ferro i punti del davanti sinistro, del dietro e del davanti destro. Lascia in sospeso le maglie delle maniche.

A questo punto le maniche sono in pausa, occorre continuare a fare invece gli aumenti sui davanti.

Gli aumenti sui davanti si distribuiscono sempre con lo stesso ritmo fatto prima di mettere in sospeso le maniche: 1 f. a dritto con aumenti, 1 ferro rovescio, 1 f. a dritto senza aumenti, 1 f. rovescio, 1 f. a dritto con aumenti, 1 f. a rovescio…e si ricomincia.

Vai avanti con gli aumenti fino a quando davanti e dietro non combaceranno, cioè quando i punti del davanti sinistro + i punti del davanti destro saranno tanti quanti sono quelli del dietro.

Dopo prosegui semplicemente a maglia rasata fino ad arrivare all’altezza dei fianchi. Per me l’inizio dei fianchi è a circa 11 cm dagli scalfi delle maniche.

Arrivati all’altezza dei fianchi si fanno degli aumenti per svasare leggermente il cardigan nella parte bassa.

Per fare gli aumenti usa lo stesso sistema di aumento che hai utilizzato per gli aumenti sui davanti.

Va fatto 1 aumento prima e 1 aumento dopo i marcapunti dei fianchi (quello tra il davanti sinistro e il dietro, e quello tra il dietro e il davanti destro).

Si fa un ferro con gli aumenti ogni 14 ferri (quindi 13 ferri normali e 1 ferro con aumento) per 5 volte (o di più se lo vuoi più svasato).

Finiti gli aumenti prosegui a maglia rasata fino alla lunghezza desiderata. Io l’ho fatto lungo 70 cm.

Arrivati alla lunghezza desiderata si va a lavorare l’elastico facendo dei ferri a costa 2/2. Io ho fatto 10 ferri a costa ma se preferisci puoi farne di più, anche molti di più per fare un bell’elasticone decorativo.

Bene il corpo del cardigan è finito, adesso si passa alle maniche.

Le maniche del cardigan.

E’ il momento di lavorare le maniche quindi prima di tutto occorre rimettere le maglie delle maniche sul ferro.

Io avevo lasciato le maniche in sospeso quando ero arrivata ad avere 68 maglie per manica. Non importa quante maglie hai tu, il procedimento è lo stesso.

La prima cosa da fare è calcolare quante diminuzioni fare per arrivare alla larghezza desiderata per i polsini. Per farlo utilizza il bordo a coste che hai fatto sul bordo del cardigan e misura quante maglie vuoi avere alla fine del polsino.

Io ho deciso che il mio polsino a punto costa 2/2 deve avere 48 maglie.

Siccome nel giro subito precedente l’elastico a costa andrò a diminuire 6 maglie, devo avere alla fine della maglia rasata prima del polsino 54 maglie.

Ricapitoliamo: all’inizio della manica ho 68 maglie, alla fine della manica prima del polsino ne voglio 54; devo quindi distribuire nella manica 14 diminuzioni.

Come distribuire le diminuzioni?

Per sapere come distribuire le diminuzioni devi prima di tutto sapere quanti ferri devi fare per raggiungere la lunghezza che ti occorre per la manica. Per farlo usa il lavorato del dietro per fare i calcoli del campione (tutorial su come fare e usare il campione).

Per avere una manica della mia lunghezza devo lavorare per 42 cm e secondo il mio campione, per avere 42 cm devo lavorare 120 ferri.

Essendo che le diminuzioni vanno a coppie, una all’inizio del ferro e una alla fine, per diminuire 14 maglie devo fare 7 ferri con diminuzioni.

A questo punto il calcolo è facile: 120:7=17,14.

Non si possono usare numeri con la virgola e in più le diminuzioni vanno fatte sempre sui ferri a dritto quindi deve essere un numero intero e pari.
Allora si sceglie il numero pari inferiore alla cifra che hai ottenuto.
Quindi faccio un ferro con le diminuzioni ogni 16 ferri (cioè 15 ferri normali e 1 ferro con diminuzioni) per 7 volte.
16 x 7 è uguale a 112 ferri.
Abbiamo detto che dovevo farle 120 quindi lavoro altri 8 ferri a maglia rasata normale.

A questo punto si fa 1 ferro all’interno del quale si diminuiscono 6 maglie.

La manica è quasi finita, manca solo il polsino.

Per fare il polsino basta lavorare 10 ferri a costa 2/2 (se vuoi puoi fare anche un polsino più lungo).

Bordo elastico.

Il cardigan è quasi completato l’unica cosa che manca è il bordo elastico.

Per farlo, riprendi le maglie lungo tutto il bordo del davanti sinistro, della manica sinistra, del collo dietro, della manica destra e del davanti destro e lavora 10 ferri a punto costa 2/2.
Una volta finito il bordo devi chiudere le maglie, qui ti raccomando di lavorare il ferro di chiusura delle maglie molto molto morbidamente altrimenti l’elastico tirerà. Se è necessario usa dei ferri di un numero più grande per fare il penultimo giro e l’ultimo giro. Io ho ho chiuso le maglie usando un uncinetto n. 5 (quindi mezzo numero più grande rispetto ai ferri usati per la lavorazione).

Il cardigan top down a questo punto è finito, ma se vuoi puoi arricchirlo con delle tasche o dei bottoni (se aggiungi i bottoni ricordati di fare le asole lungo il bordo del davanti).

Spero di aver spiegato bene tutto il procedimento, in chiusura te lo confesso, ho fatto molta fatica a scrivere il tutorial di questo cardigan top down perché sono passati quasi un paio di mesi da quando l’ho fatto e con la memoria non più fresca non è stato facile decifrare gli appunti.

Comunque se non hai capito qualcosa oppure se ho dimenticato io di spiegare qualcosa, chiedimelo nei commenti.

2 Comments on Cardigan top down a maglia.

  1. Il cardigan è bellissimo, e tu sei fantastica a condividerlo con noi, sto imparando in questi giorni a lavorare con i ferri circolari e stavo guardando il tuo primo tutorial, ma questo tipo di cardigan mi piace proprio tanto!!!! Tre domande….quanto filato hai usato, che misura di cavetti hai usato e se hai rispettato il numero di ferri consigliato dal filato.grazie mille …buona serata
    Michela

  2. Ciao Michela,
    mi fa piacere che il cardigan ti piaccia e che anche tu stia entrando nel tunnel dei ferri circolari 😉
    Allora:
    1) ho usato poco più di 400 grammi di lana.
    2) per la lunghezza del cavetto ho iniziato con uno da 20 cm poi sono passata a quelli lunghi 1 metro;
    3) non ho seguito le indicazioni sull’etichetta per il numero di ferri perché ho una mano tanto stretta e quindi per avere la resa normale devo usare sempre un mezzo numero almeno più grosso.
    Buonissima serata e buon proseguimento con i ferri circolari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.